Più di una volta, Sua Santità il Dalai Lama ha detto: “Sono scettico sul fatto che le preghiere da sole possano rendere il mondo migliore. Dobbiamo invece essere entusiasti e sicuri di noi stessi nell’agire”.

Negli ultimi due anni non ho fatto altro che tradurre insegnamenti di grandi Maestri del Buddhismo Mahayana sull’altruismo, sulla compassione, sulla generosità, sulla gentilezza amorevole; migliaia di parole che ci invitano a capire che l’autentico significato della nostra vita è aiutare gli altri, che ci spronano a essere “saggiamente egoisti” perché è solo mettendoci al servizio del nostro prossimo che possiamo essere davvero felici.

Tradurre mi ha reso e continua a rendermi immensamente felice, mi fa sentire un ponte attraverso il quale tutti questi preziosi insegnamenti passano da una lingua a un’altra, diventano disponibili per chiunque desideri leggerli. Lo faccio con gioia ed entusiasmo, a titolo gratuito, mettendo quel poco che so e che so fare al vostro servizio.

Ora però ho bisogno di una piccola pausa e,”entusiasta e sicura di me stessa nell’agire” usare le mani e il cuore e non solo il cervello.

A fine mese partirò per Castel Volturno – per chi non la conoscesse è quella ridente località campana che ha fatto da set a cielo aperto per il film Gomorra – per raggiungere quello che, a sua insaputa, ho soprannominato “il mio Buddha delle Periferie”.

Castel Volturno, la casa di Tam Tam Basketball. Le fotografie sono di Carmen Sigillo.

Massimo Antonelli è un ex campione di pallacanestro che da anni, attraverso Tam Tam Basketball insegna gratuitamente ai figli dei migranti nati in Italia la gioia di stare insieme, nel rispetto delle differenze e delle regole, regalando attraverso lo sport la speranza di un futuro di dignità a chi, diversamente, sarebbe costretto a vivere ai margini della società o in mano a chi vorrebbe per loro un futuro di delinquenza, spaccio, prostituzione, sfruttamento e degrado. Non solo, grazie alla sua determinazione, oggi in Italia esiste una legge che permette ai ragazzi stranieri nati in Italia ma senza ius soli, di accedere allo sport – a qualunque sport – e partecipare ai campionati giovanili: parliamo di 800.000 ragazzi e ragazze!

Il video è in italiano, realizzato dalla TV svizzera francese.

Parto il 27 settembre prossimo e vorrei arrivare dai ragazzi di Tam Tam Basket con qualcosa di più che il mio entusiasmo e la mia voglia di fare. Vorrei arrivare con un piccolo gruzzoletto di soldi che permetta a Massimo comprare quel che manca, ma che serve subito.

La “nostra” pagina facebook ha quasi 6.500 follower, questo sito, in pochi mesi, ha superato le 76.000 visualizzazioni. Se ciascuno di noi si quotasse anche solo di 10 euro potremmo fare grandi, enormi cose insieme! Non consideratela beneficenza: è un investimento sul futuro, quell’azione entusiasta che il Dalai Lama ci invita a compiere per avere un mondo migliore, un’Italia migliore e inclusiva.

Mi date una mano? Poi quando torno – prometto! – mi rimetto a tradurre, con la consapevolezza che, sì, far felici gli altri è la ricetta perfetta anche per la propria felicità.

Potete donare cliccando sul pulsante rosso con PayPal oppure con un bonifico, usando questo IBAN: IT73I0503440101000000010000 (BIC: BAPPIT21649), intestato a TAM TAM BASKETBALL

Grazie di cuore. Carolina