Dare un valore a questa vita


Pur avendo avuto molte vite precedenti e avendo già vissuto molti anni in questa, se davvero verifichiamo, dal momento in cui siamo nati fino a oggi, scopriremo che non abbiamo agito seriamente nemmeno per un giorno perché per la maggior parte del tempo la nostra mente è stata completamente occupata da pensieri incontrollati e visioni errate. Siamo quindi molto fortunati di aver generato la determinazione e l’entusiasmo di voler aiutare gli altri e noi stessi nel modo più elevato possibile.

Da quando siamo nati abbiamo sprecato praticamente ogni momento di ogni giorno, di ogni mese, di ogni anno. Invece di rendere il nostro tempo proficuo, usandolo per portare la felicità, ci siamo impegnati esclusivamente in azioni inutili e abbiamo sprecato la nostra preziosa vita per niente. Possiamo anche persare che quello che abbiamo fatto finora sia utile, ma se controlliamo vedremo che in realtà non lo è stato.

Forse non sarete d’accordo; pensate che quello che avete fatto è stato utile perché vi siete presi cura della vostra vita, di voi stessi e avete fatto soldi. Ma ciò realizza il vostro potenziale umano? E’ il massimo che potete fare? Se è il massimo che potete fare allora non siete migliori di un gatto o di un coniglio. Avere un profondo potenziale umano ma usare la propria vita come fanno gli animali è una completa perdita di tempo. Dovete rendervi conto di quanto sia incredibilmente tragico.

Se controllate profondamente per vedere se, da quando siete nati fino ad ora, avete fatto qualcosa che valeva davvero la pena fare, che vi avrebbe condotto alla vera felicità e a una vita gioiosa, pensate di trovare qualcosa? Controllate. Non guardate gli altri, controllate voi stessi. Non è complicato: avete un corpo, la parola e la mente; solo questi tre. Quali delle loro azioni sono state utili?

Mi sento di poter dire che la maggior parte delle volte le vostre azioni di corpo, parola e mente hanno prodotto solo frustrazione e confusione. Verificate! Quante ore ci sono in un giorno? Durante quante di queste ore eravate consapevoli? Quanto di ogni ora è stato positivo? Controllate in questo modo; è molto semplice. Il metodo buddhista di analizzare le cose è molto scientifico. Chiunque può farlo; non stiamo cercando di essere elitari. E’ un approccio realistico. Controllate voi stessi.

Potreste sostenere di stare seguendo un sentiero spirituale o conducendo la vita di un meditatore, non siete seri. Non importa se vi sedete in meditazione, andate in chiesa la domenica, visitate regolarmente il tempio o fate abitualmente qualsiasi altro tipo di attività religiosa; questo non significa nulla. Le azioni che dovete fare sono quelle che vi conducono effettivamente alla felicità eterna e pacifica, allo stato veramente gioioso, non quelle che semplicemente conducono agli alti e bassi del piacere transitorio. Le azioni che vi fanno sentire su o giù non sono vero Dharma, non sono vera meditazione, non sono vera religione. Ne ho l’assoluta certezza. Verificate: potreste pensare di fare qualcosa di spirituale, ma la vostra mente inquinata sta semplicemente sognando.

Questa è ciò che il buddhismo chiama la natura relativa. Potreste pensare: “Come puoi descrivere la mia natura in questo modo? La mia natura ha molti aspetti diversi”. Potrebbe essere il punto di vista Occidentale, ma quello buddhista è molto più semplice: la vostranatura ha due aspetti, relativo e assoluto.

Quindi, quando prima parlavo di come siete, stavo parlando della vostra natura relativa. A volte si parla di idee superiori, di qualcosa di assoluto. Forse avete letto dei libri che parlano di natura assoluta. Dimenticatevi dell’assoluto: prima dovete conoscere il modo in cui il vostro corpo, la parola e la mente funzionano nella vita di tutti i giorni. E’ molto importante. Non puoi semplicemente immergervi direttamente nella libertà interiore.

Quando la scienza occidentale parla di evoluzione descrive un processo di sviluppo graduale. Persino io lo so e sono un po’ stupido e poco istruito; non sono nemmeno andato a scuola. Tuttavia, quando sento gli scienziati occidentali parlare di controllo mentale, a me sembra piuttosto primitivo. Certo, sono anche sicuro che direbbero che sono io quello primitivo!

Tuttavia, da quando avete imparato a parlare, avete detto: “La mia mente è questo; la mia mente è quest’altro”, ma in realtà, non avete la minima idea di che cosa sia la vostra mente. La natura della mente non è un’usanza orientale. Avete avuto una mente dal momento in cui siete nati; non potete dire che è un’usanza orientale. Inoltre, il buddhismo non parla di folklore; il folklore non è importanti. Quindi descrivere la mente non è un’usanza orientale.

Lama Thubten Yeshe – Tradotto da Freedom through Undestanding – capitolo III – LamaYeshe.com

Categories: Lama Thubten YesheTags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.