Come generare la bodhicitta/2


In questa lettera Lama Zopa Rinpoche riprende e amplia le istruzioni sulla pratica quotidiana che gli erano state richieste da un praticante cinese, pubblicate qui

Mio caro Chow Yuen, le ultime cose che ti ho spiegato servivano per incrementare la bodhicitta e non farla degenerare nella mente. Evita i quattro dharma neri e pratica i quattro dharma bianchi in modo che la bodhicitta non degeneri. Ne parlerò più in dettaglio più avanti.

L’ultima volta ti ho anche detto di ripetere la preghiera di rifugio e bodhicitta tre volte la mattina e la sera. Cerca sempre di aiutare gli altri, facendo beneficenza e così via. Qualunque cosa tu possa fare per aiutare gli altri nella vita di tutti i giorni, che vuol dire addestrarti nella bodhicitta, falla con un cuore sincero, avendo cari gli altri esseri senzienti.

Per prima cosa, al mattino, e poi molte volte durante il giorno, ripeti a te stesso: “Sono qui per servire gli altri, per liberare gli esseri senzienti dalla sofferenza e per essere la causa della loro la felicità in questa vita, nelle vite future, fino alla liberazione dal samsara e all’illuminazione“.

Non è una preghiera, è un atteggiamento, è la pratica reale. Questo è praticare il Dharma nella vita quotidiana, quando ci troviamo in mezzo ad altri esseri senzienti, persone e animali. Inoltre, mentre lavori, ti occupi di feng shui, di affari e anche durante azioni banali come mangiare e dormire, cerca di compiere ogni cosa per la felicità di tutti gli esseri senzienti. In questo modo, non solo quando reciti i mantra o il nome di Buddha, ma anche facendo affari e svolgendo le tue attività quotidiane ogni azione diventa Dharma e la causa dell’illuminazione. Ogni azione compiuta con questo atteggiamento raccoglie grandi quantità di merito e buon karma.

Con il pensiero di beneficiare gli altri, puoi anche accumulare merito facendo offerte al Buddha, al Dharma e al Sangha, facendo offerte a casa tua agli oggetti sacri che hai sull’altare.

Ogni volta che ne hai l’opportunità, fai offerte – di luce, di acqua, di cibo prima di mangiare – perché il merito che si crea è inconcepibile. Anche se la motivazione dovesse essere totalmente non-virtuosa e nera, a causa del potere dell’oggetto i benefici sono inconcepibili.

Tutto diventa causa di illuminazione – girare attorno a uno stupa, fare prostrazioni, fare offerte – in virtù del potere dell’oggetto. Ciò significa che anche un piccolo bastoncino di incenso o un fiore offerto all’immagine sacra di Buddha, a una statua, a un dipinto del Buddha o a un visualizzazione del Buddha, diventa la causa dell’illuminazione. Grazie al potere dell’oggetto, l’offerta diventa immediatamente la causa di illuminazione, la causa delle realizzazioni, dalla devozione al guru fino all’illuminazione. Non si può raggiungere l’illuminazione senza la sua causa e un bastoncino d’incenso o un fiore possono portare a tutto questo come risultato. Quindi c’è un beneficio, anche senza una motivazione di Dharma. Con le offerte agli oggetti sacri, ogni gesto porta grandi benefici. Poi ricordati di dedicare il merito alla bodhicitta.

Al mattino, appena sveglio, dovresti recitare questa preghiera, tratta dalla Guru Puja, per ricordarti dei difetti dell’egocentrismo.

Questa malattia cronica – prendersi cura solo di noi stessi – è la causa della sofferenza che non vogliamo.
Avendolo compreso, cerchiamo le vostre benedizioni per biasimare, abbandonare, e distruggere il mostruoso demone dell’egoismo.

La mente che ha a cuore tutti gli esseri madre, che li assicurerebbe alla beatitudine, è la porta d’accesso a infinite virtù.
Avendolo compreso, cerchiamo le vostre benedizioni per custodire questi esseri più che la nostra stessa vita, anche se dovessero comportarsi da nemici.

Poi dedica i meriti. Quando le pratiche sono terminate e la virtù creata, dedica i meriti al raggiungimento dell’illuminazione, poi all’attualizzazione della bodhicitta.

Quando i meriti sono raccolti attraverso gli esseri senzienti, o per il potere degli oggetti sacri, vanno dedicati affinché la realizzazione di bodhicitta avvenga il più velocemente possibile. Poi, quando viaggi in aereo – si viaggia molto quando ci si occupa di feng shui – hai la possibilità di leggere i libri di Dharma. E’ un buon momento per farlo. In auto, per sfruttare al meglio il tempo, puoi ascoltare gli insegnamenti su nastro, o cantare dei mantra.

Nella vita quotidiana, il nemico della bodhicitta è la rabbia. E’ molto dannosa se si desidera realizzare bodhicitta, quindi è necessario studiare gli insegnamenti su come praticare la tolleranza. Ci sono molte meditazioni e puoi praticare quella che ritieni più efficace per te. È molto importante che tu annoti le tue esperienze su ciò che provi rispetto alle varie tecniche per praticare la tolleranza e distruggere la rabbia.

Ci sono quattro cose da praticare per creare la causa per cui la bodhicitta non degenera in questa vita:

  • Ricordare i benefici della bodhicitta
  • Generare bodhicitta tre volte al giorno, per aumentarla e non farla diminuire.
  • Quando si fa del bene a qualcuno e in cambio si riceve un danno, fermare immediatamente il pensiero: “Non aiuterò mai più questa persona perché non ne traggo alcun beneficio”. E’ molto frequente che le persone la pensino in questo modo. Poi, genera la bodhicitta.
  • Purificare e accumulare merito

Per quanto riguarda la pratica per non essere separato dalla bodhicitta in futuro, ci sono quattro cose che non devi fare:

  • Ingannare il guru
  • Provare invidia se gli altri praticano la virtù e fanno molta carità, costruendo grandi templi e monasteri, creando così tanto merito, e spendendo molto tempo a praticare e fare ritiri, facendo tante pratiche preliminari, imparando il Dharma e ottenendo realizzazioni.
  • criticare i bodhisattva con odio, oppure
  • Ingannare gli esseri senzienti (tibetano: g.yo sgyu)

Questi sono i dharma neri da abbandonare.

I quattro dharma bianchi sono il loro opposto (e si trovano nei voti del bodhisattva.):

  • Avere un cuore sincero verso il guru, i buddha e i bodhisattva, Shakyamuni Buddha e verso gli esseri senzienti.
  • Lodare i bodhisattva
    Quando vuoi aiutare qualcuno che si affida a te per domare la propria mente, aiutalo a dirigere la vita verso l’illuminazione – questa non è una preghiera ma una pratica – a ricordare e poi a pensare ai benefici della bodhicitta, come menzionato nei libri di Sua Santità il Dalai Lama, che spiegano i vantaggi del buon cuore, che porta tanta pace e felicità nella tua vita, nel mondo e agli esseri umani.
    Leggi il primo capitolo del Bodhicaryavatara e il suo commentario. Il testo di Khunu Lama Tenzin Gyaltsen Lode della Bodhicitta è molto importante per comprenderne i benefici. Puoi leggere quei testi quando sei in viaggio per apprezzare la bodhicitta e trarre ispirazione a realizzarla. Anche nel lam-rim vengono spiegati i benefici della bodhicitta e ne La Liberazione nel Palmo della Tua Mano c’è un’intera sezione dedicata.
    Visto che viaggi molto, puoi recitare e cantare mantra, come OM MANI PADME HUM. Un modo per sviluppare la bodhicitta è infatti cantare il mantra della divinità della compassione.
    Per realizzare la bodhicitta dobbiamo pregare e dedicare i meriti, ma questo da solo non è sufficiente. Anche conoscere tutti gli insegnamenti non è sufficiente. Dobbiamo ricevere le benedizioni della speciale divinità della compassione. Pertanto, è importante praticare la meditazione sul Buddha della Compassione e recitare OM MANI PADME HUM. C’è anche un mantra lungo, che soprattutto i cinesi recitano per molte ore. Se possibile sarebbe bene recitarlo sette volte ogni notte e in questo modo si purificano 800 milioni di eoni di karma negativo.
    Le quantità di benefici sono incredibili.
    Naturalmente, si può semplicemente cantare il mantra in sei sillabe e intanto visualizzare il Buddha della Compassione come tutt’uno con il proprio guru: non solo si ricevono rapidamente le benedizioni maggiori ma questa diventa anche la pratica di guru yoga. Senza ricevere le benedizioni del guru nel tuo cuore, non si possono avere realizzazioni sulla via dell’illuminazione. Questo è quello che suggerisco. (fine seconda parte)

Lama Zopa Rinpoche – Tradotto da Generating Bodichitta. LamaYeshe.com

Categories: Lama Zopa RinpocheTags: , , , , , ,