Per un Natale di pace


Quando ci si incontra durante il periodo natalizio, per celebrare la nascita di Gesù, facciamolo in pace, con una buona vibrazione e una mente felice. Penso che così sia meraviglioso, perché è davvero triste vivere queste giornate da arrabbiati! Cercate invece di avere una motivazione positiva e molto amore, di vedere tutto come un fiore dorato, anche il vostro peggior nemico. Spesso il Natale agita la vostra mente, ma voi provate a mantenerla in pace: quando l’atteggiamento mentale cambia, cambia anche lo scenario che avete attorno. Non ci sono dubbi su questo. Lo so per esperienza personale e funziona. Anche voi, che siete persone intelligenti, potete verificare quanto la mente abbia la capacità di modificare se stessa e l’atmosfera che vi circonda. Alcuni di voi potrebbero pensare: “Oh, io non voglio avere niente a che fare con Gesù, niente a che fare con la Bibbia”. Questo è un atteggiamento molto aggressivo ed emotivo nei confronti del cristianesimo. Quello che Gesù ha insegnato è l’amore. Semplice e profondo. Ciò che ho letto nella Bibbia ha la stessa connotazione degli insegnamenti buddhisti sull’equanimità, sulla compassione e sulla trasformazione del proprio egoismo in amore per il prossimo. Quando c’è vero amore, non ci si comporta più in modo dualistico, sentendosi molto attaccati ad alcune persone, distanti da altre e totalmente indifferenti verso la maggior parte. La mente ordinaria che discrimina e giudica in questo modo disturba soltanto la nostra pace interiore. Gli insegnamenti sull’amore sono molto pratici e universali. Le religioni non sono qualcosa che sta lassù, chissà dove nel cielo, mentre noi siamo qui, bloccati sulla terra. Se le azioni del corpo, della parola e della mente sono in accordo con l’amorevole gentilezza, si diventa automaticamente persone veramente religiose. Essere religiosi non significa limitarsi ad ascoltare solo certi insegnamenti. Quando l’ego pensa: “Io sono buddhista, quindi il cristianesimo deve essere completamente sbagliato” si ha atteggiamento molto dannoso. Disprezzare una religione di certo non la danneggia, mentre provare odio distrugge la pace della vostra mente. Un solo pensiero di odio distrugge automaticamente la vostra pace, mentre il vero amore è un sentimento profondo, non un sorriso di facciata, che nasce da una sincera comprensione della sofferenza di ogni altro essere e si irradia indiscriminatamente verso tutti. Non favorisce pochi eletti, escludendo tutti gli altri. –

Lama Thubten Yeshe

Categories: Lama Thubten Yeshe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.